.
Annunci online

Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


SOCIETA'
Il martirio di Caracciolo (e della libertà di pensiero)
23 ottobre 2009
In questi tempi in cui si parla tanto di libertà di pensiero, di opinione, di espressione, di vestire, di andare, di tutto... spesso per propositi diciamo poco nobili e con un concetto deforme della stessa libertà, ecco come viene ridotto chi prova ad avere una semplice opinione. Martirio in diretta, buona visione.


Autodifesa di Caracciolo (dal suo blog)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Antonio caracciolo libertà di ricerca

permalink | inviato da -Lore- il 23/10/2009 alle 13:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
Negazionismo del negazionismo
22 ottobre 2009
Relativamente alla notizia qui sotto riportata, mi chiedo: ma se davvero si vuole contestare questi professori, ma perché non si apre un dibattito storico? Perché si fanno leggi penali, si minaccia espulsioni, si procede con la censura, invece che verificare questo argomento con i normali metodi storiografici?

Il vero negazionismo sembra essere, paradossalmente, quello del negazionismo stesso...

ROMA - "Ringrazio il sindaco per la sollecitudine in questa circostanza. Ci stiamo attivando per valutare un provvedimento disciplinare nei confronti di Antonio  Caracciolo". Così il rettore dell'università La Sapienza di Roma Luigi Frati, ha commentato le dichiarazioni del Sindaco di Roma Gianni Alemanno, il quale ha annunciato che chiederà accertamenti, assieme al rettore, sulle dichiarazioni riferite dal quotidiano La Repubblica del professore negazionista. Il sindaco ha chiesto "la sospensione" di Caracciolo qualora le dichiarazioni venissero confermate. Il ricercatore di filosofia del diritto avrebbe definito l'olocausto "una leggenda"

"Il professore Antonio Caracciolo farebbe bene ad andare a Dachau, dove io sono stato all'età di 16 anni, oppure, se non può recarsi all'estero, dovrebbe visitare almeno le Fosse Ardeatine", ha detto il rettore.

"Mi sento in una botte di ferro, io sono un ricercatore e ho l'obbligo e il diritto di ricerca. L'attacco che mi è stato lanciato proviene dai miei avversari di "Informazione corretta", un gruppo sionista il quale ritiene che a prescindere da tutto bisogna sempre essere favorevoli a Israele". Così il ricercatore di Filosofia del diritto della Facoltà di Scienze Politiche dell'Università di Roma La Sapienza, Antonio Caracciolo, commenta le polemiche scatenate dalle sue dichiarazioni sull'Olocausto giudicato come "una leggenda". Caracciolo ha detto di essere "da sempre a disposizione degli studenti. Loro sono liberi di venire da me perché l'autorità di un professore si basa sulla fiducia che ha, nei suoi confronti, lo studente stesso".

(Fonte)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. negazionismo caracciolo

permalink | inviato da -Lore- il 22/10/2009 alle 21:32 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
Omodottrina
14 ottobre 2009
Come siamo:

(ASCA) - Viareggio (Lu), 14 ott - Nella proposta di legge contro l'omofobia, bocciata ieri, ''che ci siano degli aspetti di incostituzionalita' mi pare evidente''.

Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Altero Matteoli, rispondendo a una domanda dei giornalisti a Viareggio, dove il ministro ha incontrato, insieme al sindaco Luca Lunardini, i comitati delle vittime del disastro ferroviario del giugno scorso.

Questo, spiega Matteoli, ''perche' sono del parere che qualsiasi siano le abitudini sessuali, una persona merita lo stesso rispetto, gli stessi diritti, gli stessi doveri, non c'e' nessuna differenza. Quel testo di legge, invece, avrebbe potuto comportare una differenza e questo mi sembra incostituzionale''.

(Leggi tutto)

Come veniamo bacchettati:

La bocciatura della proposta di legge sull'omofobia -- che inaspriva le pene per le aggressioni agli omosessuali -- è un "passo indietro" per l'Italia nella difesa dei diritti dei gay.

Lo ha detto oggi a Bruxelles l'alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani Navi Pillay, aggiungendo che "è necessaria ovunque la piena protezione".

"L'omosessualità e gli omosessuali vengono criminalizzati in alcuni Paesi, ma non possiamo ignorare che i gruppi minoritari, e tra loro gli omosessuali, sono soggetti non solo a violenza, ma a discriminazioni in diversi aspetti della loro vita", ha continuato Pillay rispondendo ad una domanda sull'Italia nel corso di una conferenza stampa.

(Leggi tutto)

Come dobbiamo diventare:

Il matrimonio gay s'ha da fare!

Scritto mar, 13 ott 2009 18:14 CEST da Canalella su www.funweek.it in Funweek Blog

Vuoi chiedere la mano alla tua dolce metà?

Perché non farlo durante un concerto, magari della tua cantante preferita?

 A fare da madrina al romantico annuncio è stata la cantante statunitense Mariah Carey sabato scorso, durante un suo spettacolo a Las Vegas.

Mariah ha fatto salire sul palco una coppia di ragazzi vestiti in jeans e maglietta.
Fin qui niente di particolarmente strano, senonchè uno dei due ha preso il microfono per chiedere "in sposo" il suo compagno.

La proposta di matrimonio è stata originale non solo per il luogo dove si è svolta, ma anche per i due protagonisti coinvolti: due ragazzi omosessuali che hanno dichiarato il loro amore al grande pubblico.

In questa dichiarazione non è mancata nemmeno la richiesta della mano del futuro sposo in ginocchio porgendo un anello di caramella rosa, seguendo lo stile del marito di Mariah Carey, Nick Cannon. [...]

La verità:

Come si costruiscono certe campagne: Omofobia
Omofobia: procura di Firenze su pestaggio gay in citta'
Per investigatori non e' stata aggressione premeditata

(ANSA) - FIRENZE, 14 SET - Il pestaggio del ragazzo gay a Firenze non e' stata un'aggressione omofoba premeditata. Lo ha detto il procuratore del capoluogo toscano. Secondo gli investigatori ''Non e' stata una spedizione punitiva''. Per l'aggressione, avvenuta in una piazza del centro nella notte fra il 9 e il 10 settembre, la squadra mobile ha arrestato ieri un artigiano di 32 anni. Il pestaggio sarebbe avvenuto dopo una lite scoppiata in un locale gay, dove i tre erano entrati insieme.

..ovviamente nessuno riporterà questa notizia, ma sicuramente continueranno le manifestazioni contro le manifestazioni 'omofobe'. Aggiungo anche che tutti gli altri recenti casi si erano 'sgonfiati' allo stesso modo tra la disattenzione generale. Come uscire da questo stato di cose?

Pellegrino



Pubblichiamo la sua preziosa informazione: il picchiatore era gay come il picchiato. Che altro possiamo fare?

(Fonte)



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. omofollia

permalink | inviato da -Lore- il 14/10/2009 alle 22:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
CULTURA
Agghiacciante
24 settembre 2009


Preghiamo...

Padre Pio: 'una catastrofe, se mi toccate'
La testimonianza di una donna miracolata da San Pio


  "La terra di San Giovanni Rotondo trema, e continuerà a tremare". Un presagio, una visione, o più semplicemente San Pio, il Santo delle Stimmate, che va in sogno a Filomena Carriero e le annuncia che se lo toccheranno accadrà qualcosa di catastrofico. Ancora una volta Padre Pio fa parlare di sè più da morto che da vivo, e lo fa attraverso la voce di una donna affetta da una patologia rarissima la panniculite da radioterapia, solo 7 casi in tutta Europa. E' una donna di 43 anni l'unica persona affetta da questa terribile malattia ancora in vita, l'unica ad essere sopravvissuta a 550 interventi chirurgici in anestesia totale in 8 anni. Lei si definisce una miracolata di Padre Pio, lo stesso Santo che ora invoca il suo aiuto chiedendole di intercedere con i frati cappuccini affinchè le sue ossa vengano conservate in un cantuccio di questa terra. "Circa un mese fa ho sognato Padre Pio che mi diceva che se avessero continuato a toccarlo si sarebbe abbattuta una catastrofe su San Giovanni Rotondo. Dei suoi sogni, delle sue premonizioni Filomena ha informato i frati cappuccini del convento di San Giovanni Rotondo. "Ho raccontato a tutti loro il mio sogno, - ci ha detto la donna - ma nessuno mi ha creduto. Avevo già preannunciato loro il terremoto che, poi, si è verificato la settimana scorsa. Un episodio analogo era accaduto circa due anni fa quando si iniziò a parlare della possibile riesumazione e traslazione del corpo del Santo da Pietrelcina. "Anche in quella circostanza - prosegue Filomena - Padre Pio mi venne in sogno dicendomi che non voleva assolutamente essere spostato. Ancora una volta raccontai tutto ai Frati ed ancora una volta non mi credettero. Questo sogno - precisa - coincise con la caduta della campana dalla nuova chiesa realizzata da Renzo Piano."

Tatiana Bellizzi

(Fonte)
televisione
Anticlericali: avanti un altro...
20 settembre 2009


Nell'anniversario della gloriosa (come no) breccia di Porta Pia, si scoprono nuove perle anticlericali.
Ormai davvero, il tiro alla Chiesa è veramente una moda: presto vedremo personaggi alla Loredana Lecciso (qualcuno se la ricorda?) pontificare sulla Chiesa e sul Pontefice.

Ma veniamo ad oggi: l'anticlericale del giorno è... niente poco di meno che... rullo di tamburi... Antonio Ricci! Eh sì, il papà delle donnine nude accanto ai gabibbi per bambini...
Ed ecco la chicca: "Il cattolicesimo vuole solo mettere l'uomo in croce...".

Certo, caro Antonio. La croce del sacrificio quotidiano per gli altri, dell'amore verso quelli che stanno peggio per noi, di una vita umile e modesta. Della costruzione di qualcosa di solido, di duraturo, fondato su valori che non crollano.

Ma Ricci, che sta lavorando per noi, vuole salvarci da questa croce: con le Veline, e le ex-pornostar nei programmi per bambini. Grazie, Antonio: tu sì che sai offrire un modello liberante, finalmente senza ipocrisie! Non più crocifissi. Siamo pronti a diventare tutti Veline e trogloditi.

Ed ora, avanti un altro...

(Immagine: Porta Pia, tratta da Flickr)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. anticlericalismo italiotismo antonio ricci

permalink | inviato da -Lore- il 20/9/2009 alle 11:12 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
SOCIETA'
Il paese fondato sulle chiacchiere
3 settembre 2009
Discorsi, discorsi, discorsi... ormai non vedo altro che frasi sparate qua e là, cattoliche e laiche, sulla vicenda Boffo.
Posso far notare un piccolissimo dettaglio? In realtà, non è certo che l'accusa sia reale. Quindi, carissimi blogger/commentatori/forumisti: a che cavolo servono tutte queste ipotesi/illazioni/congetture?
E la cosa più triste, è che sono proprio tutte queste parole a vuoto daparte cattolica, ad indebolire la nostra Chiesa già messa maluccio...

Per una volta, dico una, non converrebbe cercare fatti, conferme, prove più tangibili?
Personalmente, non ho mai visto un tale bailamme costruito, praticamente, sul nulla. Si vede che riusciamo ancora a peggiorare. Ma vabbé, io sono stato zitto, e spero che qualcun altro abbia intrapreso la via del silenzio, così bella e saggia quanto oggi dimenticata.

Comunque vada, Avvenire rimane un ottimo giornale.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. avvenire scandali boffo italiotismo

permalink | inviato da -Lore- il 3/9/2009 alle 0:46 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sessualità
Sul bigottismo progressista
23 luglio 2009


Tempo fa, un certo fanatismo cristiano tendeva ad esagerare l'effetto della masturbazione. Tutti quanti sanno della storiella che dovrebbe "rendere ciechi", continuamente dileggiata dal mondo di oggi, sé-dicente evoluto.

Eppure, il bigottismo, nella sua forma progressista, non è da meno nelle esagerazioni: nel penultimo post, il mantenere la castità prematrimoniale mi è stato commentato come addirittura aberrante. Non più una scelta per dei valori, per rendere importante e autentico un tale dono di sé, ma addirittura una cosa mostruosa.

Come in alcuni vecchi libri si descrivevano i terribili e inumani effetti che avrebbe dovuto portare il vizio masturbatorio, adesso, chi non fa sesso (magari a partire dai 12 anni, continuando l'esperienza allegramente al primo appuntamento con ogni futura "frequentazione") va incontro a chissà quali terribili conseguenze...

Addirittura, ad un programma semi-inutile su Radio 24, Melog 2.0, stamattina un famoso sessuologo affermava, chiaramente "Il sesso, nell'essere umano, ha abbandonato ogni funzione riproduttiva, per diventare puro piacere... tramite mutazioni genetiche, avvenute nell'essere umano, la procreazione è diventata quasi qualcosa di incidentale.".

E questi non solo si definiscono "illuminati", ma si arrogano di definire i cattolici "aberranti".

(Fonte immagine: Flickr)

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. sessualità progressismo castità bigottismo

permalink | inviato da -Lore- il 23/7/2009 alle 10:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
SOCIETA'
Scudi umani
18 luglio 2009

Qualche domanda riguardo il seguente articolo:

  1. Perché secondo Barak, "The IDF is the most moral army in the world and it operates according to the highest ethical code"? Ha forse fatto un raffronto con tutti gli eserciti sulla terra? In ogni caso, certi video su Youtube danno un'immagine leggermente diversa...
  2. Se "The IDF is the most moral army in the world and it operates according to the highest ethical code", come mai non si sono fatti entrare entrare giornalisti, eccetto pochi, per vedere il loro bel lavoro a Gaza?
  3. Come mai, questa "most moral army in the world" non fa sgomberare le colonie illegali del suo paese?

Mi fermo qui, per ora. Buona lettura.

EDIT: ecco una versione italiana, persino più terrificante.

JERUSALEM (CNN) -- A report from an Israeli advocacy group based on what it says is the testimony of several unnamed Israeli soldiers accuses the Israeli military of intentionally putting Palestinian civilians at risk during its recent operation in Gaza.

Palestinian Majid Abed Raboh, left, shows Wednesday how he says Israeli soldiers used him as a human shield.

Palestinian Majid Abed Raboh, left, shows Wednesday how he says Israeli soldiers used him as a human shield.

The report, released Wednesday from a group called "Breaking the Silence" -- which includes former Israeli soldiers -- has been dismissed by the Israeli military as slanderous.

In the 110-page report, the group said some of the 26 soldiers interviewed said they used Palestinians as human shields during the military's more than two-week long ground operation in Gaza earlier this year.

"In some cases a civilian would be forced to walk in front of soldier while the soldier places his gun barrel on the civilian's shoulder," the report states.

Other soldiers talk about destroying buildings even though the structures posed no direct threat. They also said that white phosphorus was used in densely populated areas and describe the rules of engagement as "permissive."

Phosphorus shells can be used to create a smokescreen for troops. In creating the diversion, the element ignites when exposed to oxygen and can cause severe burns. International law calls on militaries to limit the use white phosphorus in civilian areas.

Other organizations, including the United Nations' Human Rights Council, Amnesty International and the U.S.-based Physicians for Human Rights, have criticized the Israeli military's conduct in Gaza. Israel has questioned the legitimacy of those claims, as well.

The stories presented by Breaking the Silence are anonymous accounts which CNN cannot independently verify. The group said that the soldiers were not willing to speak with the media.

In response to the report's allegations, the Israeli military said it complied with international law on all fronts.

The advocacy group said many of the soldiers interviewed in its report are still serving and fear repercussions if they reveal their identity, and they did not take their complaints up the chain of command.

The Israeli military has rejected the report, saying the anonymous nature of the testimonies means they lack credibility.

"There are no factual details, no places, no names of incidents in specific houses on a specific date," military spokesman Lt. Col. Avital Liebovitch said. "I would be more than happy to be provided with these details and I will be able to investigate them."

The Israeli military conducted its own investigation into soldiers' actions during Operation Cast Lead, its 22-day military offensive in January against the militant group Hamas in an effort to end ongoing rocket attacks.

It found that Israeli forces "operated in accordance with international law" although there were a few incidents in which "intelligence or operational errors" occurred.

Fighting left more than 1,400 Palestinians dead according to officials in Gaza, while Israel put that death toll closer to 1,100, saying more than 70 percent of those killed were Hamas militants. Thirteen Israelis were killed during the operation, including three civilians.

Israeli Defense Minister Ehud Barak, responding to the report which was widely publicized in Israel, said the criticism was "misplaced and misdirected."

"If someone has a criticism, or information or conclusions about IDF (Israel Defense Forces) actions, they should bring them to me, as minister of defense of the state of Israel, and to the Israeli government that instructed the IDF to restore quiet to the communities in the south," Barak said.

"The IDF is the most moral army in the world and it operates according to the highest ethical code."

CNN did independently obtain corroborating detail on one anonymous claim in the report.

Gaza resident Shafiq Daher told CNN earlier this week that he was used as a human shield by Israeli soldiers during the recent Gaza military operation. His description of his experience closely matched an account given in the Breaking the Silence report.

"He was holding with all his strength like this and with his heavy machine gun on the other shoulder," said Daher, who demonstrated how the soldier walked behind him as they approached his neighbors' homes.

The Israeli military would not comment on whether Palestinians were used as human shields in Gaza, saying only that there are dozens of ongoing internal investigations into individual soldier conduct.

Daher, who lives in Jabaliya outside Gaza City, said he was forced to search his neighbors' homes this way for about a week, under heavy fire. He said he was also given a hammer and told to break through his neighbors' walls.

"I felt like a dead man walking," he said. "I was walking and praying to God and thought this is what death is like.

(Fonte)
SOCIETA'
Spaccarotella
15 luglio 2009
Una sola domanda sul caso: ma i colpi dalla pistola non possono partire involontariamente? Un poliziotto deve essere sempre e comunque colpevole? Non esistono le disgrazie per i tifosi?

Poi forse ho capito male io. Ma il fatto che si debba fare addirittura una manifestazione, mi lascia quantomeno perplesso...

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Spaccarotella giustizia Sandri tifoserie

permalink | inviato da -Lore- il 15/7/2009 alle 13:41 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (14) | Versione per la stampa
SOCIETA'
Che fine hanno fatto i fan di Neda?
11 luglio 2009


Mentre i pacifisti dell'ultima e della prima ora, con le lacrimucce agli occhi, si stringevano intorno a Neda (capendo poco o nulla di Mussawi e della politica interna dell'Iran), un altro omicidio è stato commesso all'interno della democraticissima Germania. Tranquillamente all'interno di un tribunale.

Si tratta di quello di Marwa; potete trovare tutto qui. E i cosiddetti "liberi media"? Un silenzio assoluto...  poco si trova su Google News, ancor meno nella versione italiana. Del resto, mentre Neda è un comodo pretesto per suscitare l'odio anti-islamico, Marwa è scomoda, come lo è porsi troppe domande sull'islamofobia, e su chi l'ha provocata, e perché...

In effetti, c'è un solo piccolo Stato che può avvantaggiarsene per le sue malefatte, e per i suoi espansionismi.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. neda marwa el sharbiny

permalink | inviato da -Lore- il 11/7/2009 alle 12:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre