.
Annunci online

Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


DIARI
La complessità del sogno
6 giugno 2008
L'altra notte ho fatto un sogno intricatissimo... una specie di prova a cui dovevo sottopormi, non so per conto di chi, non riesco bene a descriverla a parole... tutto seguiva un percorso estremamente fantastico e complicatissimo... appena mi sono svegliato, sono rimasto del tutto stupefatto da questo sogno così particolare, e ho deciso che ne valeva un post.

In fondo chi, tra noi, non si interroga sul bizzarro mondo dei sogni? La cosa che mi ha sempre colpito di più di questo universo, è quello che la nostra mente riesce a farci credere, e con quale dovizia di dettagli. Nei sogni ci sono persone modellate in maniera precisissima, che si atteggiano e rispondono in una maniera tale da essere indistinguibili da una qualsiasi di quelle reali. Di notte diventiamo degli abilissimi registi, e non riusciremo neanche volendo a inventarci dei personaggi così complicati e completi come quelli che tiriamo fuori nell'attività onirica. Con i loro umanissimi difetti e le loro qualità.
Ad esempio, un'altra volta ho sognato una ragazza con un carattere vivace, non mi ricordo bene il contesto: aveva tutte le particolarità di una singola persona, ma riusciva ad essere sempre coerente con i tratti del suo carattere... nel modo di parlare, nelle mosse che faceva mentre era in macchina, nelle più piccole cose insomma. Veramente incredibile.
Non parliamo poi di come riusciamo a "simulare" il carattere di quelli che conosciamo nella vita reale... anche se, sorprendentemente, spesso mi è successo che questi ultimi, nella loro versione immaginaria, si comportassero in maniera diversa dalla realtà... forse dovevo regolare qualcosa con loro?!?... o con me stesso??

Seconda cosa: l'umore. Ci sono delle notti in cui, interiormente (almeno parlando di me) provi dei sentimenti che il giorno non sono i tuoi. Ad esempio, ultimamente sono diventato un inguaribile ottimista. Ebbene, il me stesso immaginifico la notte può essere, e spesso è, un'altra persona, a volte senza questa speranza che mi contraddistingue durante il giorno. Magari con una certa tristezza, angoscia. Oppure, al contrario, si trova con una particolare quiete, o con sensazioni positive che ora mi riesce difficile descrivere...
Ci sarebbe da scriverne un libro: come mai cambio? Cosa devo sfogare la notte, se si tratta di sfoghi, o da dove vengono i sentimenti belli che sono in un certo modo diversi da quelli da sveglio? Cos'è che la mia mente elabora?

Dopo tanta evoluzione scientifica, il mondo di Morfeo rimane per la maggior parte inesplorato. Si può dire al massimo che è un luogo utilizzato dai Santi e dall'Aldilà (mi vengono in mente tanti fenomeni mistici, ad. es. legati a Padre Pio) per comunicare. Ma in generale, cosa sono i sogni?

Ai posters l'ardua sentenza? Come volete, se lasciate un commento sarà senz'altro interessante. A me basta, come sempre, aver acceso quella piccola scintilla di riflessione nell'anima.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. psicologia sogni meditazioni

permalink | inviato da -Lore- il 6/6/2008 alle 0:55 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
maggio        luglio